IL 4 DICEMBRE ANDIAMO TUTTI A VOTARE #IOVOTONO #IODICONO!

ECCO LA VERITÀ SULLA RIFORMA COSTITUZIONALE DEL SENATO.

1) IL SENATO resta, NON VIENE ABOLITO.

2) Ancora diaria e rimborsi per i nuovi Senatori, già  Sindaci e Consiglieri Regionali: cioè, DOPPIO STIPENDIO!

3) NESSUN DIRITTO DI VOTO PER GLI ELETTORI: i nuovi Senatori saranno nominati dai Consigli Regionali e dunque, direttamente dai partiti politici.

4) Quella delle LEGGI PIÙ VELOCI È UN’ALTRA BUGIA: tante materie dovranno passare sempre sia dalla Camera che dal Senato, oltre al fatto che ci saranno fino a 10 diversi procedimenti di formazione delle leggi (ordinario, bicamerale, d’urgenza, su richiesta del Senato, ecc.) che rallenteranno, inevitabilmente, i lavori.

5) Il nuovo Senato sarà composto da 100 senatori nominati tra Consiglieri Regionali (ben 74) o Sindaci (21), l’espressione della classe politica più corrotta, indagata e inquisita del paese (nella scorsa legislatura, infatti, gli amministratori locali coinvolti da inchieste giudiziarie per corruzione, concussione, truffe e abuso d’ufficio sono stati circa 400).

6) Oggi a mettere le mani sulla Costituzione per riscriverla è stata una maggioranza di Parlamentari coinvolti in inchieste giudiziarie come Verdini, Formigoni, Azzollini, Bilardi, Aiello, Caridi, Barani, Conti, Scavone, Di Biagio, Gentile: condannati o indagati o coinvolti in varie inchieste giudiziarie per reati come associazione a delinquere, corruzione, frodi, voto di scambio politico, bancarotta, concussione, finanziamento illecito, omesso versamento all’erario, abuso d’ufficio, peculato e tanto altro ancora.

7) Sia i SINDACI che i CONSIGLIERI REGIONALI, una volta messo piede in Parlamento, GODRANNO DI TUTTE LE IMMUNITÀ PARLAMENTARI previste dalla legge. Non potranno, dunque, essere perquisiti, intercettati e arrestati senza autorizzazione di Palazzo Madama.

8) I nuovi Senatori, NON AVRANNO ALCUN VINCOLO DI MANDATO NEI CONFRONTI DEI CITTADINI. Risponderanno solo ai loro partiti politici di appartenenza, e soprattutto, data la loro frequente presenza a Roma, anche per maturare più diaria, è probabile che si allontanino dalle esigenze dei cittadini dei loro territori.

9) Con il sistema di POLITICI CHE ELEGGONO ALTRI POLITICI si instaura un evidente sistema di ricatti, tra partito ed eletto, ad esclusivo danno dei cittadini.

10) Il rischio è che UN SOLO PARTITO POLITICO (al quale viene assegnato un PREMIO DI MAGGIORANZA ABNORME) determini da solo sia l’elezione del Consiglio Superiore della
Magistratura, sia dei giudici della Corte Costituzionale, sia dello stesso Presidente della Repubblica.

11) Con questa riforma LE FIRME NECESSARIE PER PRESENTARE UNA LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE PASSANO DA 50 MILA A 250 MILA. E un altro chiaro tentativo di controllo dei cittadini, perché evidentemente ne hanno paura.



CONFRONTO NEUTRALE MODIFICHE ARTICOLI COSTITUZIONE


Modifiche costituzionali


Breviario ragioni del NO


Questa pagina sarà continuamente aggiornata, perché tutti devono capire qual’è il rischio che si corre!
In fondo a questa pagina trovate anche i link ai comitati ufficiali.
Leggete, informatevi e divulgate Stay Tuned!!!


Video integrale del convegno del 15 giugno 2016 a Bari


Video correlati:

Carlo Martelli (M5S) – Riforma Costituzionale, NWO E TTIP

ALESSANDRO PACE COMITATO PER IL NO

Revisione della Parte II della Costituzione, Ciampolillo (M5S)

Marco Travaglio fa a pezzi in 5 punti la riforma (clicca qui)

https://www.youtube.com/watch?v=nM3SNuqVJTs


Infografica competenze Stato-Regioni


ISDE Italia


RISULTATI Italia

risultato-no-italia

RISULTATI Modugno Bari

risultato-nazionale-referendum

 

Dettaglio sezioni Modugno (BA)


Link utili: