*** Aggiornamento 27/06/19 ***

#OMCarrelli, sono stati erogati i primi 7 mesi arretrati della Cassa integrazione e stanno per arrivare le successive 5 mensilità

*** Aggiornamento 22/12/18 ***

Grazie al Ministero del Lavoro e Sviluppo Economico (MISE), alle portavoce Francesca Anna Ruggiero, Angela Masi, Antonella Laricchia, agli attivisti del M5S ed alla determinazione del sindacato UGL Bari… gli ex operai OM potranno ricevere la CIGD anche retroattiva.

137 quinquies


Vertenza ex OM

Come Associazione locale, noi di Modugno A 5 Stelle, in questi lunghi 7 anni, abbiamo sempre seguito la vicenda OM, ma forse anche per la troppa fiducia nelle istituzioni e nei sindacati, non siamo entrati nel merito in maniera efficace.
Inoltre eravamo sicuri che gli ex lavoratori OM, fossero stanchi di sentirsi raccontare altre promesse e rassicurazioni, senza una reale immediata risoluzione.

Il 24 ottobre 2018, mentre Regione Puglia, Comune di Modugno, Città  Metropolitana, Agenzia Puglia Sviluppo, Agenzia AGER Puglia, le OO.SS. FIM Cisl, FIOM Cgil e UILM Uil e tutte le forze politiche locali festeggiavano questo accordo, noi ci ponevamo numerosi interrogativi senza risposte, e constatavamo la mancanza di alcuni impegni proposti precedentemente, come ad esempio:

La realtà  dei fatti è che le prime assunzioni inizieranno solo dal 2020, ma non si sa quando saranno tutte portate a termine.
Si annunciano solamente 128 assunzioni tra i 165 lavoratori. 64 saranno a tempo indeterminato mentre altri 64 saranno a tempo determinato e part-time, mentre altri 24 lavoratori saranno assunti, ma non dal bacino ex OM.

A conferma dei nostri dubbi, c’è stato anche il dissenso del sindacato UGL locale, che ha deciso di NON FIRMARE l’accordo del 24/10.
Abbiamo quindi deciso di “dare una mano” alla vertenza, nel modo più concreto possibile, però lontano dai riflettori mediatici.

Grazie al prezioso supporto delle nostre portavoce Francesca Anna Ruggiero ed Angela Masi, oltre che di Giorgio Sorial al MISE, e tutti gli attivisti dei comuni limitrofi, tutta la vicenda è stata portata quasi di forza a Roma, al Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico.
Nel primo incontro, a Roma, la curatrice fallimentare ha confermato il rischio che la cassa integrazione per gli anni 2018/19 non sarebbe potuta essere erogata, per il fatto che gli ex OM sono ancora dipendenti della ormai fallita TUA Industries.
In tutti questi mesi infatti, sono rimasti senza percepire stipendio, situazione che dovrà essere conclusa entro il 31 dicembre 2018 con il licenziamento obbligatorio degli operai.

Nelle prossime settimane ci saranno, sempre a Roma, altri incontri per trovare prima di tutto un rimedio al REDDITO per gli operai e successivamente su quello che riguarda il futuro lavorativo e contrattuale gestito da Selektica srl.

Noi attivisti attualmente non sappiamo con quali tempistiche saranno assunti i dipendenti, oppure quali condizioni di lavoro gli riserveranno, però sentiamo di poter fare ai lavoratori ed alle loro famiglie una promessa, non ci fermeremo finchè non vi verrà  restituito un reddito e con esso la dignità , che gli altri, sfruttando la vostra disperazione, vi hanno rubato con l’inganno.

Seguiremo i prossimi appuntamenti e vi terremo aggiornati… Stay Tuned

Modugno A 5 Stelle

Leggete qui sotto gli sviluppi e gli articoli…


Documenti

Articoli (dal più recente)

Pagine Giornali